Ortona
Ortona
+39 085 9039330 Lun - Ven 09:00-13:00 / 14:30-18:30 Zona industriale Cucullo - Ortona (CH) - Italia
Certificati
ISO 9001:2015 - ISO 14001:2015
Certificato
ESCO
Certificato
BS OHSAS 18001:2007 - ISO 45001:2018
Ricerca Certificati

ADDITIVI

ADDITIVI per la protezione e la riparazione delle strutture di cls

Di seguito, elenco additivi per cui è obbligatoria la marcatura CE e relativa normativa europea di riferimento:

Additivi - Protezione cls

Per sistemi di protezione della superficie di cls EN 1504-2:2004
Per riparazione strutturale e non strutturale EN 1504-3:2005
Per incollaggio strutturale EN 1504-4:2004
Per iniezione del calcestruzzo EN 1504-5:2004
Per ancoraggio dell’armatura di acciaio EN 1504-6:2006
Per protezione contro la corrosione delle armature EN 1504-7:2006

Per materiali a base di cemento/calce

Pigmenti per materiali a base di cemento/calce EN 12878:2005

Per calcestruzzo, malta e malta per iniezione:

Per calcestruzzo (*) EN 934-2:2009+A1:2012
Malte per opere murarie (*) EN 934-3:2009+A1:2012
Malta per cavi di precompressione (*) EN 934-4:2009
Calcestruzzo spruzzato EN 934-5:2007


(*) l’obbligo di Marcatura CE era già vigente secondo le edizioni precedenti delle norme.

 

La marcatura CE secondo la norma EN 934-2 riguarda gli additivi per calcestruzzo non armato, armato e precompresso da utilizzarsi in calcestruzzo miscelato sul posto, premiscelato e prefabbricato. I requisiti prestazionali indicati si applicano ad additivi utilizzati in calcestruzzo di consistenza normale e possono non essere applicabili ad additivi destinati ad altri tipi di calcestruzzi come impasti a consistenza semisecca e a terra umida.

Nella norma vengono considerate le seguenti tipologie di additivi:

  • riduttori di acqua/fluidificanti e riduttori di acqua ad alta efficacia/superfluidificanti,
  • ritentori di acqua,
  • aeranti,
  • acceleranti e ritardanti di presa,
  • acceleranti di indurimento,
  • additivi resistenti all’acqua,
  • ritardanti di presa/riduttori di acqua/fluidificanti e ritardanti di presa/riduttori di acqua ad alta efficacia/superfluidificanti,
  • acceleranti di presa/riduttori di acqua/fluidificanti,
  • additivi modificatori di viscosità.

A fianco ai requisiti previsti per una classe di additivi occorre ricordare il metodo di prova, descritto nelle norme della serie UNI EN 12350 (Prova sul calcestruzzo fresco), UNI EN 12390 (Prova sul calcestruzzo indurito) o UNI EN 480 (Additivi per calcestruzzo, malta o malta per iniezione: metodi di prova).

Nella norma UNI EN 934-2 sono poi descritti i requisiti di campionamento, controllo e valutazione di conformità, la marcatura e l’etichettatura.
Le tre appendici presenti nel documento contemplano il rilascio di sostanze pericolose, il sistema di controllo di produzione in fabbrica e le modalità per apporre per la marcatura CE agli additivi per calcestruzzo richiamati nel Regolamento 305/11 sui prodotti da costruzione.

E’ disponibile la versione italiana della norma UNI EN 934-6:2019 relativa alle modalità di campionamento, di valutazione e di verifica della costanza della prestazione degli additivi per calcestruzzo descritti nelle norme della serie EN 934.

Il campionamento degli additivi viene effettuato in modo che il campione risultante sia rappresentativo del lotto da controllare.

Per lotto è la quantità di prodotto con una composizione omogenea, come il carico di una autobotte.

La norma prevede le diverse situazioni:

  • per prove di tipo e in caso di controversia;
  • al momento della consegna;
  • per il controllo della fabbricazione dell’additivo.

riassunto delle norme inerenti gli additivi per calcestruzzo.

Riferimenti normativi

All’interno della norma vengono indicati i seguenti riferimenti normativi:

  • EN 934-1Admixtures for concrete, mortar and grout – Part 1: Common requirements;
  • EN 934-2 Admixtures for concrete, mortar and grout – Part 2: Concrete admixtures – Definitions, requirements, conformity, marking and labelling;
  • EN 934-3 Admixtures for concrete, mortar and grout – Part 3: Admixtures for masonry mortar – Definitions, requirements, conformity and marking and labelling;
  • EN 934-4Admixtures for concrete, mortar and grout – Part 4: Admixtures for grout for prestressing tendons – Definitions, requirements, conformity, marking and labelling;
  • EN 934-5 Admixtures for concrete, mortar and grout – Part 5: Admixtures for sprayed concrete – Definitions, requirements, conformity, marking and labelling.