WeCreativez WhatsApp Support
Il nostro team di assistenza clienti è qui per rispondere alle tue domande su WhatsApp. Chiedici qualsiasi cosa!
Ciao! Come posso aiutarti?
Certificati
ISO 9001:2015 - ISO 14001:2015
Certificato
ESCO
Certificato
ISO 45001:2018
Ricerca Certificati

ISO 14021 CONVALIDA ASSERZIONE AMBIENTALE

NORMA UNI EN ISO 14021

N.B. Con i nuovi CAM EDILIZIA che entreranno in vigore il 4 dicembre 2022, sarà necessario passare dall’asserzione ambientale ISO 14021 alla certificazione UNI PdR 88:2020. Le asserzioni ambientali infatti potranno essere validate da organismo autorizzato fino all’entrata in vigore del nuovo decreto CAM e saranno valide comunque fino alla loro scadenza. Dopodiché bisognerà passare ad una certificazione come la UNI PdR 88. Contattaci per maggiori informazioni!

 

Con la UNI EN ISO 14021 si definiscono i requisiti dell’Asserzione Ambientale auto-dichiarata.

Questa asserzione è un semplice sistema di etichettatura che può esprimere il contenuto di riciclato all’interno di un materiale, di un semilavorato o di un prodotto finito.

E’ applicabile a qualsiasi tipologia di prodotto ed a qualsiasi filiera.

L’asserzione ambientale può esprimere anche altre caratteristiche.

La convalida dell’Asserzione Ambientale è richiamata dal Decreto sui Criteri Ambientali Minimi quale elemento per l’aggiudicazione degli appalti.

Fra i criteri fissati per i componenti edilizi quali elementi per l’aggiudicazione degli appalti spicca la specifica tecnica circa il contenuto di materia recuperata o riciclata (p.to 2.4.1.2 “Materia recuperata o riciclata” dei CAM).

L’asserzione ambientale da fornire consiste nell’esplicitazione di un bilancio di massa che dimostri il rispetto del contenuto minimo imposto.

LO SCHEMA

Questo nuovo schema aiuta a tracciare le materie e i flussi all’interno del processo produttivo.

E garantisce il controllo continuo dei fornitori, la classificazione delle materie in ingresso e la trasparenza della documentazione in accompagnamento ai prodotti.

aggregati riciclati

Il percorso di “Convalida dell’Asserzione Ambientale” è semplificato per quelle aziende che già sono in possesso di un sistema di gestione ISO 9001 e ISO 14001.

Con la ISO 14021 la convalida ABICert permette alla Tua azienda di dimostrare il rispetto dei requisiti previsti nel DM 11 Ottobre 2017 (CAM edilizia).

Permette, inoltre, di ottenere gli incentivi previsti dalla Legge 221 del Dicembre 2015 (Collegato Ambientale).

PER QUALI CRITERI AMBIENTALI MINIMI I PRODUTTORI DI PREFABBRICATI IN CALCESTRUZZO POSSONO RICHIEDERE LA CONVALIDA DI UNA ASSERZIONE AMBIENTALE AUTO-DICHIARATA?

Quali sono le caratteristiche (“termini ambientali”) richiedibili ai prefabbricati in calcestruzzo?

E che assicurano il rispetto dei CAM e permettono agli appaltatori (ovvero agli acquirenti dei vostri prodotti) di ottenere punteggi premianti in fase di gara?asserzione ambientale

Fra i criteri fissati per i componenti edilizi spicca la specifica tecnica circa il contenuto di materia recuperata o riciclata (p.to 2.4.1.2 “Materia recuperata o riciclata” dei CAM).

L’asserzione ambientale da fornire consiste nell’esplicitazione di un bilancio di massa che dimostri il rispetto del contenuto minimo imposto.

aggregati riciclatiLe altre possibili proprietà dei prefabbricati in calcestruzzo che vengono coinvolte indirettamente dal Decreto sui CAM (di cui fra parentesi è indicato il punto pertinente) sono:

  • L’Indice di rifrazione solare SRI (richiamato al p.to 2.2.6 “Riduzione dell’impatto sul microclima e dell’inquinamento atmosferico” del Decreto sui Criteri Ambientali Minimi CAM);
  • La capacità drenante (richiamato al p.to 2.2.3 “Mantenimento della permeabilità dei suoli” del Decreto sui Criteri Ambientali Minimi CAM);
  • La resistenza termica (richiamato al p.to 2.3.1 “Diagnosi energetica” del Decreto sui Criteri Ambientali Minimi CAM);
  • La capacità termica areica interna periodica (richiamato al p.to 2.3.2 “Prestazione energetica” del Decreto sui Criteri Ambientali Minimi CAM);
  • Il potere fonoisolante (richiamato al p.to 2.3.5.6 “Comfort acustico” del Decreto sui Criteri Ambientali Minimi CAM);
  • La permeabilità al vapore (richiamato al p.to 2.3.5.7 “Comfort termo-igrometrico” del Decreto sui Criteri Ambientali Minimi CAM);
  • La riciclabilità (richiamato al p.to 2.4.1.1 “Disassemblabilità” del Decreto sui Criteri Ambientali Minimi CAM);
  • La rinnovabilità (richiamato al p.to 2.6.4 “Materiali rinnovabili” del Decreto sui Criteri Ambientali Minimi CAM).

CRITERI DI AGGIUDICAZIONE

Fra i criteri di aggiudicazione premianti espressamente indicati dai CAM, al p.to 2.6.5 vi è la distanza di approvvigionamento dei prodotti da costruzione. 

La distanza – considerando tutte le fasi di trasporto della filiera produttiva – deve essere inferiore a 150 km dal cantiere, per almeno il 60% in peso sul totale dei materiali utilizzati.

Risulta quindi necessario che l’offerente scelga i fornitori in modo da rispettare tale criterio.

L’asserzione ambientale (formulata dal fornitore o dall’offerente) deve specificare la localizzazione dei luoghi in cui avvengono le varie fasi della filiera produttiva Deve specificare inoltre il corrispettivo calcolo delle distanze percorse.

Lo strumento più semplice è quindi

la convalida dell’asserzione ambientale auto-dichiarata,

anche per la distanza di approvvigionamento

Nota bene: i precedenti termini ambientali, oggetto dei criteri premianti dei CAM, non sono tutti contemplati nella sezione 7 “Requisiti specifici per asserzioni selezionate” della UNI EN ISO 14021. Ma non ne sono esclusi. E’ infatti chiaramente dichiarato in tale sezione che:

“Non si intende implicare che le asserzioni del punto 7 sono superiori ad altre asserzioni ambientali. La ragione principale della loro selezione è il loro ampio utilizzo attuale e potenziale, non la loro importanza ambientale”.aggregati riciclati

ABICert effettua anche il rilascio della convalida dell’asserzione ambientale inerente

la Distanza di Approvvigionamento.

Abicert aveva rilasciato il primo certificato di convalida di una asserzione ambientale auto-dichiarata, in conformità alla norma UNI EN ISO 14021, riguardante la distanza di approvvigionamento, alla società Di Muzio Laterizi srl con sede in Alanno Scalo (PE), importante realtà locale del mercato dei laterizi.

Tale asserzione è stata formulata dalla Di Muzio Laterizi per beneficiare dei criteri premianti previsti dal Decreto Ministeriale 11 ottobre 2017 “Criteri Ambientali Minimi per l’Edilizia”, prevalentemente noti per il contenuto riciclato, usufruendo così di ulteriori opportunità commerciali e aumentando la propria competitività sul mercato.

I prodotti coperti dall’asserzione, infatti, diventano la scelta privilegiata degli Appaltatori e dei Progettisti che, secondo quanto previsto dal Decreto, possono ottenere punteggi in fase di gara scegliendo i prodotti i cui materiali componenti provengano da una distanza (comprensiva di tutte le fasi di trasporto della filiera) inferiore a 150 km dal cantiere di utilizzo, per almeno il 60% in peso sul totale dei materiali da impiegare.

Risulta quindi necessario che in sede di gara l’offerente scelga i fornitori in modo da rispettare tale criterio; il vantaggio per i fornitori di munirsi di tale convalida da parte di un Ente di certificazione terzo e indipendente, è quello di esonerare l’offerente dal compito di eseguire tale valutazione.

    Il 20 ottobre è stato pubblicato sulla Gazzetta il Decreto End of Waste n. 152 del 27 settembre 2022 riguardante gli inerti da costruzione e demolizione e altri rifiuti inerti di origine minerale.

    -Che cosa comporta per la Tua attività?
    Devi ottenere la certificazione di sistema qualità ISO 9001 da un ente di certificazione accreditato come ABICert.
    La certificazione ISO 9001 diventa obbligatoria!

    -Devi ottenere anche la certificazione ISO 14001?
    La certificazione ambientale ISO 14001 non è obbligatoria, Ti permette però di evitare di conservare e tenere a disposizione per 5 anni i campioni di aggregati recuperati prelevati da ogni lotto prodotto!

    -Dove sta scritto?
    L’obbligo della certificazione ISO 9001 è descritto all’art. 6 del decreto
    “il produttore di aggregato recuperato applica un Sistema di Gestione della Qualità  secondo la norma UNI EN ISO 9001  certificato da un’organizzazione accreditata ai sensi della normativa vigente atto a dimostrare il rispetto dei criteri del Regolamento”

    -Quando entrerà in vigore il decreto EoW?
    Il decreto sarà vigente dal 04 novembre 2022.
    Il produttore dovrà adeguarsi entro 180 giorni dalla entrata in vigore, cioè entro il 03 maggio 2023.

    Se non lo hai ancora fatto, chiamaci allo 085 9054311 e inizia il percorso di certificazione ISO con noi!

    GermanEnglish