WeCreativez WhatsApp Support
Il nostro team di assistenza clienti è qui per rispondere alle tue domande su WhatsApp. Chiedici qualsiasi cosa!
Ciao! Come posso aiutarti?
Certificati
ISO 9001:2015 - ISO 14001:2015
Certificato
ESCO
Certificato
ISO 45001:2018
Ricerca Certificati

PREFABBRICATI DI CALCESTRUZZO (sistema 2+)

Hai bisogno di un preventivo? Vuoi più informazioni?

COSTRUISCI CON NOI IL TUO PREFABBRICATO!

Scopri gli obblighi di marcatura CE per i prefabbricati di calcestruzzo (sistema 2+)

Per i prefabbricati di calcestruzzo come travetti, muri di sostegno, pannelli da parete

 

TRAVETTI

Obbligo di Marcatura CE “TRAVETTI”.

A partire dal 1° gennaio 2011 l’impiego nelle opere dei TRAVETTI PER SOLAI è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE. E questo in accordo con la direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n.246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutti i travetti per solaio. Sia precompressi che tralicciati! Indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia. Purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 15037-1:2008. Norma relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – solai a travetti”, che è entrata in vigore il 1° gennaio 2010 ed è obbligatoria dal 1° gennaio 2011. Lo schema di attestazione e di conformità previsto per la Marcatura CE è il 2+, che prevede l’ispezione e il rilascio di certificato da parte di un ente notificato.

MURI DI SOSTEGNO

Obbligo di Marcatura CE “MURI DI SOSTEGNO”.

Già a partire dal 1° gennaio 2011 l’impiego nelle opere dei MURI DI SOSTEGNO PREFABBRICATI IN CLS è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura Ce. E questo in accordo con la direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Successivamente a partire dal 1 luglio 2013 con l’entrata in vigore del Regolamento (UE) 305/2011 “CPR” (Construction Products Regulation) – Prodotti da Costruzione – che abroga la Direttiva 89/106/CEE “CPD” viene ribadito l’obbligo di marcatura CE, diventa obbligatoria la Dichiarazione di Prestazione DoP che va a sostituire la Dichiarazione di Conformità già prevista dalla direttiva 89/106. Ciò vale per tutti i MURI DI SOSTEGNO PREFABBRICATI IN CLS, purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 15258:2008, relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – muri di sostegno” che è entrata in vigore il 1° gennaio 2010 ed è obbligatoria dal 1° gennaio 2011.

PANNELLI DA PARETE

Obbligo di Marcatura CE “PANNELLI DA PARETE” La norma riguarda elementi prefabbricati da parete, realizzati con calcestruzzo normale o alleggerito, destinati a essere utilizzati in pareti esterne e/o in partizioni. A partire dal 1° maggio 2010 l’impiego nelle opere dei PANNELLI DA PARETE è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutti i pannelli da parete e pannelli a doppia lastra, indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia, purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 14992:2007, relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – pannelli da parete”, che è entrata in vigore il 1° gennaio 2008 ed è obbligatoria dal 1° maggio 2010.

PLINTI PER FONDAZIONE

Obbligo di Marcatura CE “PLINTI PER FONDAZIONE” La norma specifica i requisiti di elementi prefabbricati da fondazione realizzato con calcestruzzo armato per strutture di edifici secondo la UNI EN 14992:2007. La norma riguarda inoltre la terminologia, i criteri prestazionali, le tolleranze, le proprietà fisiche e aspetti particolari inerenti il trasporto e la messa in opera. A partire dal 1° gennaio 2009 l’impiego nelle opere dei PLINTI PER FONDAZIONE è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutti i plinti per fondazione, indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia, purché rientranti nella norma Europea armonizzata UNI EN 14991:2007, relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – plinti per fondazione”, che è entrata in vigore il 1° gennaio 2008 ed è obbligatoria dal 1° gennaio 2009

SCALE

Obbligo di Marcatura CE “SCALE” La norma fornisce le specifiche per i materiali, la produzione, le proprietà, i requisiti e i metodi di prova di scale monolitiche prefabbricate di calcestruzzo e di elementi prefabbricati di calcestruzzo (per esempio scalini singoli) utilizzati per realizzare scale di calcestruzzo armato e/o precompresso. A partire dal 1° gennaio 2009 l’impiego delle opere di SCALE è possibile soltanto se queste sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la direttiva 89/196/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutte le scale, indipendentemente da quali siano le loro destinazioni d’uso e la loro tipologia, purché rientri nella norma Europea armonizzata EN 14843:2007, relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – scale”, che è entrata in vigore il 1° gennaio 2008 e obbligatoria dal 1° gennaio 2009.

GARAGE PREFABBRICATI DI CALCESTRUZZO

Obbligo di Marcatura CE “GARAGE PREFABBRICATI DI CALCESTRUZZO” La norma specifica i requisiti per garage di calcestruzzo armato realizzati con elementi monolitici o composti da elementi singoli a tutta dimensione. A partire dal 1° marzo 2008 l’impiego nelle opere di GARAGE PREFABBRICATI DI CALCESTRUZZO è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la Direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutti i garages prefabbricati di calcestruzzo, indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia, purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 13978-1:2005, relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati di calcestruzzo – garage prefabbricati di calcestruzzo” che è entrata in vigore il 1° marzo 2006 ed è obbligatoria dal 1° marzo 2008.

ELEMENTI SCATOLARI (*)

Obbligo di Marcatura CE “ELEMENTI SCATOLARI” La norma riguarda elementi scatolari di sezione rettangolare, di varie dimensioni, generalmente utilizzati nella realizzazione di condotte sotterranee e generalmente realizzati in fabbrica con calcestruzzo normale o alleggerito. Non si applica a elementi realizzati con calcestruzzo aerato autoclavato né a elementi armati prefabbricati realizzati con calcestruzzo alleggerito a struttura aperta. A partire dal 1° gennaio 2011 l’impiego nelle opere di ELEMENTI SCATOLARI è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la Direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutti gli elementi scatolari, indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia, purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 14844:2008, relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – elementi scatolari”, che è entrata in vigore il 1° agosto 2009 ed è obbligatoria dal 1° agosto 2010.

TRAVI DA PONTE

Obbligo di Marcatura CE “TRAVI DA PONTE” La norma riguarda gli elementi strutturali prefabbricati di calcestruzzo, armato e precompresso, realizzati in fabbrica e destinati a essere utilizzati nella costruzione di ponti stradali, ferroviari e pedonali. A partire dal 1° febbraio 2009 l’impiego nelle opere di TRAVI DA PONTE è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la Direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutte le TRAVI DA PONTE, purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 15050:2007, relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – travi da ponte”, che è entrata in vigore il 1° febbraio 2008 ed è obbligatoria dal 1° febbraio 2009.

ELEMENTI LASTRE PER SOLAI (PREDALLES)(*)

Obbligo di Marcatura CE “ELEMENTI LASTRE PER SOLAI PREDALLES” A partire dal 1° gennaio 2011 l’impiego nelle opere di ELEMENTI LASTRE PER SOLAI (PREDALLES) è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la Direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutti gli elementi lastre per solai (Predalles), indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia, purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 13747:2010, relativa all’impiego di “Prodotti in calcestruzzo – elementi lastre per solai (Predalles)”, che è entrata in vigore il 1° gennaio 2011 ed è obbligatioria dal 1° agosto 2011.

LASTRE ALVEOLARI (*)

Obbligo di Marcatura CE “LASTRE ALVEOLARI” La norma specifica i requisiti e i criteri prestazionali di base delle lastre alveolari prefabbricate realizzate con calcestruzzo armato o precompresso. La norma tratta anche le terminologie, le tolleranze e le proprietà fisiche, i metodi di prova e gli aspetti particolari inerenti il trasporto e la costruzione. La norma fornisce inoltre i criteri per la Marcatura CE dei prodotti. A partire dal 1° dicembre 2010 l’impiego nelle opere di LASTRE ALVEOLARI è possibile soltanto se queste sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la Direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutte le lastre alveolari, indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia, purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 1168:2009, relativa all’impiego di “Prodotti in calcestruzzo – Lastre alveolari”, che è entrata in vigore il 1° dicembre 2009 ed è obbligatoria dal 1° dicembre 2010.

ELEMENTI STRUTTURALI LINEARI (TRAVI E PILASTRI)

Obbligo di Marcatura CE “ELEMENTI STRUTTURALI LINEARI” La norma specifica i requisiti, i criteri prestazionali di base e la valutazione di conformità degli elementi prefabbricati lineari realizzati con calcestruzzo armato o precompresso, impiegati nella costruzione di strutture di edifici e di altre opere di ingegneria civile, a eccezione dei ponti. A partire dal 1° gennaio 2008 l’impiego nelle opere di ELEMENTI STRUTTURALI LINEARI è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la Direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutti gli elementi strutturali lineari, indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia, purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 13225:2006, relativa all’impiego di “Prodotti in calcestruzzo – elementi strutturali lineari”, che è entrata in vigore il 1° gennaio 2008 ed è obbligatoria dal 1° gennaio 2008.

ELEMENTI NERVATI PER SOLAI (TRAVI Π)

Obbligo di Marcatura CE “ELEMENTI NERVATI PER SOLAI” La norma specifica i requisiti, i criteri prestazionali di base e la valutazione di conformità degli elementi nervati prefabbricati realizzati con calcestruzzo armato o precompresso, impiegati in pavimentazioni o coperture. A partire dal 1° marzo 2009 l’impiego nelle opere di ELEMENTI NERVATI PER SOLAI è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la Direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutti gli elementi nervati per solai, indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia, purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 13224:2007, relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – elementi nervati per solai”, che è entrata in vigore il 1° marzo 2008 ed è obbligatoria dal 1° marzo 2009.

ELEMENTI SPECIALI PER COPERTURE (*)

Obbligo di Marcatura CE “ELEMENTI SPECIALI PER COPERTURE” La norma specifica i requisiti, i criteri prestazionali di base e la valutazione di conformità degli elementi prefabbricati speciali per coperture realizzati con calcestruzzo armato o precompresso, impiegati nella costruzione di edifici, con o senza funzione di separazione rispetto alla resistenza al fuoco. La norma tratta anche la terminologia, la tolleranza, le proprietà fisiche, i metodi di prova e gli aspetti inerenti il trasporto e la costruzione dell’opera. A partire dal 1° maggio 2011 l’impiego nelle opere di ELEMENTI SPECIALI PER COPERTURE è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la Direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutti gli elementi speciali per coperture, indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia, purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 13693:2009, relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – elementi speciali per coperture”, che è entrata in vigore il 1° maggio 2010 ed è obbligatoria dal 1° maggio 2011.

LASTRE PER PAVIMENTAZIONE DI STALLE

Obbligo di Marcatura CE “LASTRE PER PAVIMENTAZIONE DI STALLE” La norma specifica i requisiti delle lastre realizzate con calcestruzzo armato o precompresso, impiegati nella pavimentazione di stalle. La norma tratta anche gli aspetti inerenti la valutazione della conformità. A partire dal 1° gennaio 2010 l’impiego nelle opere di LASTRE PER PAVIMENTAZIONE DI STALLE è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la Direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutti gli elementi scatolari, indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia, purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 12737:2007, relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – elementi scatolari”, che è entrata in vigore il 1° gennaio 2009 ed è obbligatoria dal 1° gennaio 2010.

PALI DI FONDAZIONE

Obbligo di Marcatura CE “PALI DI FONDAZIONE” La norma specifica la terminologia, i requisiti, i criteri prestazionali, i metodi di prova e la valutazione della conformità dei pali di fondazione prefabbricati di calcestruzzo, realizzati in fabbrica e destinati a essere utilizzati in edifici e opere di ingegneria civile. A partire dal 1° agosto 2009 l’impiego nelle opere di PALI DI FONDAZIONE è possibile soltanto se questi sono in possesso della Marcatura CE, in accordo con la Direttiva 89/106/CEE “Prodotti da costruzione”, recepita in Italia dal DPR 21.04.1993 n°246 e successive modifiche e integrazioni. Ciò vale per tutti i pali di fondazione, indipendentemente da quali siano la loro destinazione d’uso e la loro tipologia, purché rientranti nella norma Europea armonizzata EN 12794:2008, relativa all’impiego di “Prodotti prefabbricati in calcestruzzo – pali di fondazione”, che è entrata in vigore il 1° agosto 2008 ed è obbligatoria dal 1° agosto 2009.

ANTENNE E PALI

ANTENNE E PALI I pali sono strutture circolari snelle in calcestruzzo precompresso fissate rigidamente al piede. La sezione circolare ha diversi vantaggi: 1) buona resistenza alla corrosione; 2) migliore resistenza e durata in quanto la forza applicata dal vento si distribuisce uniformemente in tutte le direzioni; 3) sicurezza elettrica.

    Il 20 ottobre è stato pubblicato sulla Gazzetta il Decreto End of Waste n. 152 del 27 settembre 2022 riguardante gli inerti da costruzione e demolizione e altri rifiuti inerti di origine minerale.

    -Che cosa comporta per la Tua attività?
    Devi ottenere la certificazione di sistema qualità ISO 9001 da un ente di certificazione accreditato come ABICert.
    La certificazione ISO 9001 diventa obbligatoria!

    -Devi ottenere anche la certificazione ISO 14001?
    La certificazione ambientale ISO 14001 non è obbligatoria, Ti permette però di evitare di conservare e tenere a disposizione per 5 anni i campioni di aggregati recuperati prelevati da ogni lotto prodotto!

    -Dove sta scritto?
    L’obbligo della certificazione ISO 9001 è descritto all’art. 6 del decreto
    “il produttore di aggregato recuperato applica un Sistema di Gestione della Qualità  secondo la norma UNI EN ISO 9001  certificato da un’organizzazione accreditata ai sensi della normativa vigente atto a dimostrare il rispetto dei criteri del Regolamento”

    -Quando entrerà in vigore il decreto EoW?
    Il decreto sarà vigente dal 04 novembre 2022.
    Il produttore dovrà adeguarsi entro 180 giorni dalla entrata in vigore, cioè entro il 03 maggio 2023.

    Se non lo hai ancora fatto, chiamaci allo 085 9054311 e inizia il percorso di certificazione ISO con noi!

    GermanEnglish