WeCreativez WhatsApp Support
Il nostro team di assistenza clienti è qui per rispondere alle tue domande su WhatsApp. Chiedici qualsiasi cosa!
Ciao! Come posso aiutarti?
Certificati
ISO 9001:2015 - ISO 14001:2015
Certificato
ESCO
Certificato
ISO 45001:2018
Ricerca Certificati

EN 1090: LA SCELTA DELLA CLASSE DI ESECUZIONE

Che cosa si intende per classe di esecuzione?

La classe di esecuzione è l’ insieme classificato di requisiti specificati per l’esecuzione di un’opera di carpenteria metallica nel suo complesso, di un singolo componente o di un dettaglio di un componente, ovvero il livello di qualità commisurato alla sicurezza richiesta per quel componente nell’opera finale.

classediesecuzione1090en1090carpenteriacarpenteriemetallicametallichecertificazione

Classe di esecuzione EXC4

La classe di esecuzione EXC4 rappresenta la classe più critica e performante di una realizzazione metallica. Il caso specifico di un ponte ferroviario rappresenta sicuramente un ottimo esempio di realizzazione di una struttura metallica secondo la norma EN 1090-1 in classe di esecuzione EXC4, con riferimento alla norma EN 1090-2, trattandosi di un opera in acciaio.

Nota: Ricordiamo che, invece, per le strutture in alluminio, la norma EN 1090-1 va a riferirsi ai requisiti contenuti nella norma EN 1090-3.

Determinazione della classe di esecuzione

La classe di esecuzione viene determinata in funzione di:

  • classe di conseguenza;
  •  categoria di servizio;
  • categorie di fabbricazione

Classe di conseguenza

Secondo l’Eurocodice 0 (UNI EN 1990:2006 Appendice B), si definiscono le seguenti Classe di Conseguenze:

Classe di conseguenze Descrizione Esempi di edifici e opere di ingegneria civile
CC3 = ALTA Gravi conseguenze in termini di perdita di vite umane o conseguenze economiche, sociali o ambientali molto rilevanti Gradinate, edifici accessibili al pubblico dove le conseguenze di danno sono alte (sala concerti)
CC2 = NORMALE Considerevoli conseguenze in termini di perdita di vite umane o conseguenze economiche, sociali o ambientali considerevoli Edifici residenziali e ad uso ufficio dove le conseguenze di danno sono medie (edifici per uffici)
CC1 = BASSA Irrilevanti conseguenze in termini di perdita di vite umane o conseguenze economiche, sociali o ambientali irrilevanti Edifici agricoli dove normalmente le persone non entrano (edifici di magazzino, serra,…)

Categoria di servizio

Secondo la UNI EN 1090-2:2011 – Esecuzione di strutture di acciaio e di alluminio (Parte 2: Requisiti tecnici per strutture di acciaio), Appendice B, si definiscono le seguenti categorie di servizio:

Categorie Criteri
SCI •       Strutture e componenti progettati solo per azioni quasi statiche (ad esempio edifici)

•       Strutture e componenti progettati per azioni sismiche nelle regioni a bassa attività sismica e in DCL

•       Strutture e componenti progettati per azioni a fatica da gru e carroponti (classe So) **

SC2 •       Strutture e componenti progettati per la resistenza a fatica in accordo alla EN 1993. Si tratta ad esempio di  strade, ferrovie e carriponte (quindi classi da SI a S9)**, strutture soggette a vibrazioni indotte dal vento, folla o macchinari in rotazione)

•       Strutture e componenti progettati per azioni sismiche nelle regioni a media o alta attività sismica e in DCM* & DCH*

* DCL; DCM, DCH: classi di duttilità secondo la EIM 1988-1

** per la classificazione di fatica delle gru. Vedi norme EN 1991-3 e 13001-1


Categorie di fabbricazione

Categorie Criteri
PCI •       Componenti non saldati fabbricati con qualsiasi classe di acciaio

•       Componenti saldati fabbricati con classe di acciaio inferiore alla S355

PC2 •       Componenti saldati fabbricati con classe di acciaio superiore alla S355 e oltre

•       Componenti essenziali per l’integrità strutturale che sono saldati in sito

•       Componenti forgiati a caldo o soggetti a trattamento termico in fabbricazione

•       Componenti di travature reticolari richiedenti tagli finali dei profilati

Il 20 ottobre è stato pubblicato sulla Gazzetta il Decreto End of Waste n. 152 del 27 settembre 2022 riguardante gli inerti da costruzione e demolizione e altri rifiuti inerti di origine minerale.

-Che cosa comporta per la Tua attività?
Devi ottenere la certificazione di sistema qualità ISO 9001 da un ente di certificazione accreditato come ABICert.
La certificazione ISO 9001 diventa obbligatoria!

-Devi ottenere anche la certificazione ISO 14001?
La certificazione ambientale ISO 14001 non è obbligatoria, Ti permette però di evitare di conservare e tenere a disposizione per 5 anni i campioni di aggregati recuperati prelevati da ogni lotto prodotto!

-Dove sta scritto?
L’obbligo della certificazione ISO 9001 è descritto all’art. 6 del decreto
“il produttore di aggregato recuperato applica un Sistema di Gestione della Qualità  secondo la norma UNI EN ISO 9001  certificato da un’organizzazione accreditata ai sensi della normativa vigente atto a dimostrare il rispetto dei criteri del Regolamento”

-Quando entrerà in vigore il decreto EoW?
Il decreto sarà vigente dal 04 novembre 2022.
Il produttore dovrà adeguarsi entro 180 giorni dalla entrata in vigore, cioè entro il 03 maggio 2023.

Se non lo hai ancora fatto, chiamaci allo 085 9054311 e inizia il percorso di certificazione ISO con noi!

GermanEnglish